La residenzialità

La fase Residenziale, che dura 12 mesi, massimo 18, ha in particolare i seguenti obiettivi terapeutici:

  1. superare le angosce di separazione da casa, riuscire a rispettare le regole della vita comunitaria e a partecipare a tutte le attività di programma;
  2. sviluppare una relazione di fiducia e di dipendenza positiva con i suoi operatori di riferimento, imparare a rispettarla e a recuperarla quando viene offesa; 
  3. imparare a riconoscere e a condividere emozioni e vissuti, legittimandosi la possibilità di esprimere i propri bisogni affettivi internamente osteggiati;
  4. ricordare, ricostruire e reinterpretare la propria storia di vita, riconoscendo i propri errori e perdonandosi;
  5. elaborare le angosce di separazione dalla Residenza Psicoterapeutica.

La fase residenziale prevede un lavoro integrato, riguardante:

  • Setting
  • Assistenza terapeutica
  • Riabilitazione
  • Psicoterapia
  • Terapia farmacologica.